Allergia al Nichel : consigli nutrizionali

Diabete Mellito di tipo 2: consigli nutrizionali su come prevenirlo
6 Dic 2018
Sindrome dell’intestino irritabile: FodMaps e consigli nutrizionali
14 Gen 2019

 

Dove si trova il nichel?

Il Nichel è un metallo a diffusione pressoché ubiquitaria ed è difficile evitarne il contatto nella vita quotidiana,è  presente in molti oggetti di uso comune quali: oggetti metallici comunemente presenti nell’abbigliamento, oggetti di bigiotteria, bracciali e casse di orologio, chiavi, accendini, parti metalliche degli occhiali, monete, targhette di identificazione, manici degli ombrelli, utensili da cucina, lavelli metallici, aghi , forbici e ditali, fermacarte, se di metallo , maniglie della porta, ecc..; il nichel inoltre può essere contenuto in molti oggetti sottoposti a cromatura. Il nichel è presente anche nei coloranti per oggetti di vetro, stoviglie di terracotta, porcellana; è utilizzato come mordente nei processi di tintura e stampa di tessuti e carta da parati, nei liquidi e nelle matrici per fotocopiatrici. Anche le tinture per capelli contengono nichel,  come pure i liquidi utilizzati per permanenti, è possibile che ci sia una sensibilizzazione al nichel dovuta alla lavorazione di batterie alcaline, oggetti di ottone e zinco lucidati di nero, ceramiche , materiale elettrico, smalto (verde: ossido di nichel), additivi per carburante, insetticidi, reagenti e catalizzatori per materiale  plastico, leghe. Va sottolineato che le soluzioni industriali contenenti nichel penetrano i comuni guanti di gomma. Il nichel è infine presente in molti oggetti utilizzati  in campo medico-chirurgico: aghi, agopuntura, protesi ortopediche, valvole cardiache , oro bianco utilizzato per i lavori odontoiatrici ecc.. 

Allergia da Nichel e alimenti

Il contatto con il Nichel o con i suoi sali può causare nella maggior parte dei casi dermatiti nei soggetti sensibili. Dal punto di vista clinico la sintomatologia dovuta all’ allergia al nichel si accentua durante la stagione estiva e nei climi caldo umidi. In seguito all’aumentata sudorazione il nichel viene infatti liberato più facilmente dagli oggetti che lo contengono, anche in presenza di una barriera costituita da stoffa. Si è osservato che una limitazione della quantità di nichel ingerito può aiutare a ridurre la frequenza e la comparsa dell’eczema così come diminuire la sua intensità. La diagnosi di allergia al nichel si fa tramite Patch Test, un test che valuta reazioni locali di ipersensibilità causate da contatto cutaneo con l’allergene. L’introito medio di nichel con l’alimentazione varia tra 220 e 350 mcg al giorno,  alcuni dei pazienti allergici al nichel riportano sintomi cutanei già con valori di 220 mcg al giorno. Viene raccomandata pertanto ai soggetti con sintomi cutanei l’aderenza ad una dieta con un contenuto di nichel
inferiore a 150 mcg per gli adulti e 100 mcg per i bambini

12 consigli

  1. L’acciaio inox invece non crea problemi
  2. Tutti gli utensili metallici  andrebbero sostituiti con analoghi in plastica o velcro o metalli nobili( anche se l’oro bianco, l’argento ed il platino possono contenere nichel in percentuale variabile a seconda della purezza della lega)
  3. Si consiglia l’uso di guanti da lavoro pesanti in vinile
  4. per cucinare si consiglia l’uso di pentole smaltate, in teflon, alluminio 100%, acciaio inox alta qualità
  5. evitare tutti i cibi in scatola (latta)
  6.  lasciate scorrere per almeno 10 secondi l’acqua che fuoriesce dal rubinetto prima di berla in quanto è potenzialmente ricca di Nichel
  7. la vitamina C ( arance, kiwi, mandarini …) il latte e un buon apporto di ferro riducono l’assorbimento del nichel
  8. alimenti da evitare con un contenuto superiore a 1000 microgrammi di Nichel/Kg di sostanza: arachidi, avena , cacao,cioccolato, , concentrato di pomodoro, lenticchie , mandorle , noci, nocciole
  9. alimenti da evitare con un contenuto da 1000 microgrammi di Nichel/Kg di sostanza: alimenti conservati o cotti in recipienti di metallo, asparagi, cavoli, cavolfiore, fagioli, fagiolini, lievito in polvere, spinaci ecc..
  10. alimenti consentiti   con un contenuto inferiore a 50 microgrammi di nichel /kg di sostanza : carni (tutte), albicocche, prugne ,cetrioli.
  11. I pesci  sono consentiti tutti ad eccezione di ostriche, crostacei,  aringhe
  12. latte e derivati (burro, formaggi, yogurt) sono consentiti.

 

 

 

Comments are closed.