I bambini e le verdure: consigli

l'acqua: un fedele alleato
L’acqua un fedele alleato: consigli nutrizionali
7 Lug 2018
l'allattamento
L’Allattamento: consigli nutrizionali
25 Set 2018
i bambini e le verdure: consigli

Perché sono importanti le verdure?

Le verdure sono una fonte indispensabile di vitamine, sali minerali e fibre. Tutte quante apportano nutrienti utili per il nostro organismo.

Perché le verdure non piacciono ai bambini?

Ti sarà capitato che i tuoi figli ti dicano “mamma non mi piacciono le verdure” e non ne vogliono sapere di mangiarle. In effetti nell’età che va dai 2-4 anni molti bambini rifiutano categoricamente le verdure. Questo perché prediligono i sapori dolci (in quanto sono stati più a stretto contatto con essi) e meno i sapori amari (come le verdure).

I bambini fin quando erano nella pancia si sono trovati immersi nel liquido amniotico che ha un sapore dolciastro, così come il latte materno. Sono stati semplicemente più esposti a questo gusto e lo accettano maggiormente da grandi. L’amaro invece lo scoprono con il disvezzamento e come tutti non è facile accettare gusti nuovi. È quindi importante durante questa fase inserire tutti gli alimenti in quanto è una finestra essenziale per il bambino per scoprire gusti nuovi. Attraverso le pappe vegetali in qualche modo le verdure arrivano nel piatto del bambino, che si inizia ad abituare a gusti nuovi e li accetta più facilmente perché essendo piccolo è meno schizzinoso!

Quando il bambino cresce cosa succede…

Tante volte le verdure spariscono dalla tavola perché si ha poco tempo di prepararle, oppure rimangono come contorni nei piatti degli adulti, spesso cotte, poco attraenti e non facilmente appetibili per il bambino che puntualmente le rifiuta!

Allora come fare per stimolare i bambini a mangiare le verdure?

  • Innanzitutto ti devi sempre ricordare che per i tuoi bambini sei un esempio: se tuo figlio ti vede mangiare verdure messe in tavola, è incentivato ad assaggiarle, per imitazione o per curiosità;
  • Attrai il bambino con piatti di verdure di diversi colori che possono essere crude, o appena scottate/cotte, tagliate a piccoli pezzettini, trifolate, poste in piatti comodi da aggiungere sulla tavola, che attirino la sua vista ed il suo interesse;
  • Inserisci insieme a verdure già dolci di natura verdure più amare come carote e zucchine oppure patate e broccoli;
  • Usa verdure che non conosce, non bisogna limitarsi a mettere in tavola solo ciò che gli piace: questo metodo facilità una scelta maggiore;
  • Non bisogna preoccuparsi della quantità, bisogna lasciare che il bambino prenda per proprio conto quello che vuole, caso mai puoi stimolare la sua scelta facendo a gara a chi prende prima la verdura dal piatto!
  • Non essere insistente: questo metodo spesso è controproducente!
  • Riproponi spesso i piatti di verdure, se rifiuta, non scoraggiarti! Continua a mangiare tu stesso le verdure di diversi colori tutti i giorni: per tuo figlio diventerà un’abitudine considerare le verdure un piatto sempre presente sulla tavola, anche come spuntino di metà mattina o come merenda!
  • Importante far associare al bambino le verdure non a una punizione ma a personaggi simpatici ed amici!
  • Se è possibile coinvolgi il bambino nella preparazione: lavare e sbucciare le verdure darà al bambino l’impressione di essere stato lui a cucinarle (sottolinealo anche tu quando porti le verdure a tavola). Se le ha preparate lui è più probabile che sia invogliato ad assaggiarle! Se non potete coinvolgerlo prova a chiedergli quale animaletto vorrebbe vedere a tavola (gallo, cagnolino, coccinella ecc..) e ricordagli che userai degli ingredienti per fare l’animaletto che ha scelto lui.

In generale ricorda di lasciare cadere le eccessive attenzioni sulle verdure. In questo modo otterrai due risultati: il momento del pasto non diventerà una “guerra” e il bambino capirà che con il rifiuto della verdura non attirerà più l’attenzione.

Non hai idee? Ecco qualche esempio:

Comments are closed.